Español | English | Italiano

Giuseppe Perosio

Giuseppe Perosio, gionalista

Cav. Giuseppe Perosio

Nacque il 16 maggio del 1844 a Crocefieschi Genova ,figlio di Luigi di Antonio María e Gioconda Crocco, ha avuto nove figli, uno di loro il direttore d'orchestra Ettore Perosio e fratello del pittore Clemente Perosio.

Baritono dilettante ,critico musicale del “Corriere mercantile di Genova”, corrispondente della “Gazzetta musicale di Milano” (1866-1902) e della Perseveranza.

“Fu il Perosio un conoscitore profondo di música, un competente che tutti ascoltavano e tenevano in grande considerazione.

La sua coltura musicale non aveva limiti : non un ’opera fra le più antiche e le piu moderne che egli non conoscesse; non un brano musicale che non avesse trovato un cantuccio nella sua mente e un giudizio."

"Quando Perosio ci dava lezione , conversando , di storia musicale , si rimaneva spesso a bocca aperta. Aveva una memoria cossì forte , cossì rica di aneddoti e un acume di giudizio così pronto, che‘ era delicia ascoltarlo.

Caffaro, 8 settembre 1922.(3).

Giornalista , scrittore, romanziere, commediografo, rappresentante di casa Ricordi a Genova e agente della Società Italiana degli Autori di cui fondo la sezione locale genovese, e con frequenti rapporti epistolari con suo amico Giuseppe Verdi (1)

Dopo aver dato alle stampe nel 1865 un lavoro d’argomento storico intorno alla figura di Simon Boccanegra , primo doge di Genova , publicò nel 1876 presso Ricordi un opuscolo “ Cenni biografici su Giuseppe Verdi seguiti da breve analisi dell'opera Aida e della Messa da Requiem”.

Verdi ne ricevette copia da Ricordi e dopo averlo letto espresse il proprio compiacimento all’ ingegnere Giuseppe De Amicis (cugino dello scrittore Edmondo) suo procuratore d’affari a Genova (2).

Fu l’occasione che permise a Giuseppe Perosio di fare conoscenza diretta, come egli stesso narra nei suoi "Ricordi Verdiani" (3).

Un'accurata biografia del maestro Giuseppe Verdi ,alla quale dovranno ricorrere quanti in avvenire vorranno scrivere del "Cigno di Busseto".

Scrisse vari libretti d'opera e pubblicò:

"Benvenuto Cellini",dramma lirica in 4 atti , 1865, 39 pagine,rappresentata al Teatro Politeama Il 20 maggio 1877 musica di Emilio Bozzano (1845-1918).

Il 20 giugno 1872, al Teatro Doria di Genova, andò in scena la , Djem la zingara, dramma in 3 atti e prologo , il libretto (Milano : Stabilimento Ricordi), tratto dal romanzo "La belle ferronnière" di A. Blanquet, diretta da M. Monleone e musica di Emilio Bozzano.

L'opera ebbe una calorosa accoglienza da parte del pubblico e critiche particolarmente favorevoli apparvero sul Corriere mercantile di Genova del 21 e 27 giugno, dove, pur con qualche riserva sulla sinfonia dalle "dimensioni forse troppo colossali",veniva rilevato il gusto musicale del Bozzano, che aveva assimilato le tendenze stilistiche di Donizetti, di Verdi, di Gounod "senza essere plagiaro... tutto contemperando col e fondendo proprio ingegno".

Il successo dell'opera rimase inalterato anche nelle successive repliche.

"Lorenzino de Medici" : dramma lirico in quattro atti, Giuseppe Perosio e Romualdo Marenco , publ. 1874 Lodi, Tip. Wilmante e 1875 Milano : Stabilimento musicale F. Lucca.

Cenni biografici su Giuseppe Verdi seguiti da breve analisi dell'opera Aida e della Messa da Requiem, 1875, Est,Ricordi, pagine 27.

"Bonifazio Calvi", Storia Genovese del secolo XIII, pagine 210.Casa editrice:Tipografia e litografia di Pietro Pellas fu Luigi, Genova, data di pubblicazione: 1882.

Si tratta di un romanzo storico ambientato nel 1200 ricco di particolari di storia, architettura, vita quotidiama.

"Ricordi Verdiani"(3),Giuseppe Verdi nella vita intima, manoscritto rimasto inedito alla morte dell’ autore, a Genova il 7 Settembre 1922 e publicato pochi anni dopo, nel 1928 per iniciativa di Cesare Gotusso.

verdi- simon boccanegra
 verdi-aida
Bonifazio Calvi - G.Perosio.
Ricordi verdiani- G.Perosio.

Fonti

Il Bibliotecario, Dott. Flavio Menardi Noguera, Comune di Finale Ligure, Genova (3)

Le lettere di Giuseppe e Giuseppina Verdi a Giuseppe Perosio, in Nuova rassegna di studi musicali, Pisa, 1/1 (1977),pp. 47-67 e 108.(1)

Verdi:interviste e incontri, Marcello Conati,(2000)pagine 504 (2)(2)

Ricordi Verdiani(3),Giuseppe Verdi nella vita intima ,G.Perosio, 103 pagine, Pinerolo, Casa editrice sociale, 1928.

Maestri di musica italiani del secolo XIX, notizie biografiche - Giovanni Masutto.

Il Politeama genovese. Cronistoria 1870-1895, Genova 1895, pp. 42-170.

Encicl. della Musica Ricordi, I, Milano 1963.

Copyright © 2003-2017 . L'accesso ai testi e le immagini ha digitalizzato l'al è soltanto offerto l'effetto della sua consultazione con la fine educativa, ricreativa o di investigazione. Non è permesso la sua pubblicazione o riproduzione da qualunque mezzo fisico o elettronico senza l'autorizzazione da parte di .
Disegno di Railef