Español | English | Italiano

I Perosio e la nobiltà russa

Olga Nikolaevna Perosio (1856-1937) una delle figlie di Nikolay Paolovich Perosio (1819-1877) e María Zataevich, era la suocera di un principe russo.

Olga, nata a Genova durante un viaggio del piacere dei genitori si sposò con Michail Stukovenko in Sanpietroburgo, aveva una figlia chiamata Elizabeta Michajlovna Stukovenko (1876-1955).

Elizabeta si sposa in prime nozze in San Pietroburgo con Evgenij Petrovich Karcev (1861-1917).

Insieme alla madre ed allo zio Ivan Nicolayevich Perosio (1860-1927) emigra a Capri.

Ivan Nicolayevich Perosio

Ivan Nicolayevich Perosio

Elizabeta si sposa a Capri in seconde nozze con il principe Nikolaj Nikolaevich Sayn-Wittgensteini (1862-1934) il 17 novembre di 1927 con rito civile ed a Napoli il 20 novembre 1927 con cerimonia religiosa.

Nikolaj Nikolaevich Sayn-Wittgenstein y su hijo Boris en 1916

Nikolaj Nikolaevich Sayn-Wittgenstein e il suo figlio Boris nel 1916

Suo marito, membro della Corte Imperiale Russa era stato anche commerciante nella zona di Kiev.

Scappando dalla rivoluzione emigrò a Capri dove conosce Elizabeta.

Il loro nonno il conte Ludwig Adolf Pietro Wittgenstein di Sayn, era Capo della Flotta Alleata che conquistòla flotta di Napoleone in Polotsk nel 1812.

Grazie alla sua vittoria fu chiamato con l'appellativo di Salvatore di Sanpietroburgo ed eletto principe nell’anno 1834 dal Re da Prussia con l'approvazione dello Zar.

Al momento del matrimonio erano commercianti in un negozio di vendita di vestiti russi e pezzi d'antiquariato a Villa Regina.

Vengono sepolti nel cimitero non Cattolico comunale.

Isola di Capri

Isola di Capri.

Cimitero  non Cattolico comunale

Cimitero non Cattolico comunale.

Storia della casa Principesca di Sayn

Gli antenati: i Conti di Sayn

LLa prima (non provata) apparizione dei Conti di Sayn nella Storia, risale al decimo secolo. Allora, erano probabilmente dei vassalli dei Conti Palatini di Auelgau. I primi antenati dei Principi zu Sayn-Wittgenstein furono ufficialmente menzionati nel 1139. Si tratta dei Conti Heberhart e Heinrich von Sayn.

Escudo de armas de los Condes de Sayn

Blasone dei Conti di Sayn-Wittgenstein-Sayn

I due fratelli espansero piuttosto in fretta la loro influenza, dal Mittelrhein (area della Westerwald e Koblenz), alla regione di Köln e Bonn.

Nel 13esimo secolo, Heinrich III il Grande sposò Mechtild di Meissen-Landberg, la quale portò in dote dei terreni appartenuti ai Conti di Turingia, ereditati dalla madre.

Nell´anno 1205, Bruno von Sayn divenne arcivescovo di Köln.

I Conti di Sayn provenienti dal ramo Sponheim

Il Conte Heinrich III non ebbe eredi, perciò alla sua morte, la Contea andò alla sorella Adelheid, sposa del Conte Gottfried III von Sponheim (un discendente del Conte Stephan von Sponheim, menzionato per la prima volta nel 1052).

Nel 1294, i "nuovi" Conti di Sayn discendenti dal ramo Sponheim, divisero la Contea fra i fratelli Johann (il maggiore, il quale ereditò Sayn), ed Engelbert (che ereditò il castello di Marienburg a Vallendar).

Il ramo più vecchio della famiglia regnò a Sayn, Altenkirchen e Hachenburg fino a quando, nel 1606, il Conte Heinrich IV di Sayn-Sayn, morì senza lasciare eredi maschi.

Stemma dei Conti di Sayn-Sayn

Stemma dei Conti di Sayn-Sayn

I Conti di Sayn e di Wittgenstein

Salentin von Sayn-Vallendar (discendente del ramo cadetto della famiglia), sposò nel 1345 Adelheid, erede della Contea di Wittgenstein.

I loro discendenti, i Conti di Sayn e di Wittgentein, divisero i loro possedimenti nel 1605 fra gli eredi di Ludwig il Maggiore, creando le Contee di Berleburg (dal 1792, Principi zu Sayn-Wittgenstein-Berleburg), Sayn (i Conti zu Sayn-Wittgenstein-Sayn si estinsero nel 1846), e Wittgenstein (dal 1801, Principi zu Sayn-Wittgenstein-Hohenstein).

I Principi zu Sayn-Wittgenstein- Sayn

Il Conte Christian, proveniente dalla linea collaterale di Ludwisburg dei Sayn-Wittgenstein-Berleburg, entrò a far parte dell’armata russa, verso la metà del 18esimo secolo.

Suo figlio, il Conte Ludwig Adolf Peter (1769-1843), che diventò in seguito Maresciallo dell´Impero russo e Generale in capo delle Armate Alleate, ebbe parecchie vittorie durante la Campagna di Russia nel 1812, come quella contro Oudinot (1767-1847- duca di Reggio e maresciallo della Grande Armata di Napoleone), a Kliastitzy.

Maresciallo dell´Impero russo Peter Sayn-Wittgenstein

Maresciallo dell´Impero russo Peter Sayn-Wittgenstein

I suoi genitori erano Conte Christian Louis Casimir of Sayn-Wittgenstein-Ludwigsburg e la sua prima moglie Contessa Amalie Ludowika Finck von Finckenstein.

Il 27 Giugno 1798, Ludwig Adolf Peter si sposò con la Contessa Antonia Cäcilie Snarska e da questo matrimonio nacquero11 figli.

Grazie alla sua vittoria a Polotsk, salvò la cittá di Sanpietroburgo nel 1812, che gli valse l´appellativo di "Salvatore di Sanpietroburgo", ed una ricompensa di 150 000 rubli, donata dai commercianti russi della capitale.

Prima battaglia di Polotsk

Prima battaglia di Polotsk. Agosto 17-18 1812.

Seconda battaglia

Seconda battaglia (per Piter von Hess). Ottobre 18-20,1812

Nel 1834 ricevette dal re di Prussia (con l´approvazione dello Zar di Russia), il titolo di Principe di (Fürst von) Sayn-Wittgestein-Berleburg Ludwisburg.

Nel 1805, lottò ad Austerlitz, nel 1806 contro i Turchi e in 1807 contro Napoleone a Friedland e contro gli svedesi in Finlandia.

Nella guerra del 1812 era alla testa dell'esercito dell'ala giusta dei russi che comandò nella Prima e Seconda battaglia di Polotsk. Nella campagna di Gennaio di 1813 prese il comando dell'esercito russo dopo la morte di Kutuzov e comandò l'esercito russo a Lützen e Bautzen.

In seguito a Sbarra-sur-Aube nella campagna 1814 fu ferito gravemente.

Nel 1823 fu promosso "Maresciallo sul Campo", e nel 1828 fu nominato comandante dell'esercito russo nella guerra contro la Turchia. Ma cagionevole di salute fu costretto a andare presto in pensione.

Nel 1834 il re di Prussia gli attribuì il titolo di Fürst (il Principe) zu Sayn-Wittgenstein.

Morì l’11 Giugno del 1843 in Lemberg (Lviv), dove si curava dell’appezzamento di terreno di suo figlio Lev Petrovich.

Fonti

Anagrafe di Capri
Historia de la Rusia- Jean Marie Chopin -Colaborador Editores del Guardia Nacional, Imprenta del Guardia Nacional
Publicado por Imprenta del Guardia Nacional, 1839
Procedente de Biblioteca de Catalunya
Digitalizado el 4 Sep 2008
406 páginas

Who's who in Military History: From 1453 to the Present Day
Escrito por John Keegan, Andrew Wheatcroft
Colaborador Andrew Wheatcroft
Edition: 2, illustrated
Publicado por Routledge, 1996

The Encyclopedia Britannica: A Dictionary of Arts, Sciences, Literature and General Information
Escrito por Hugh Chisholm
Edition: 11
Publicado por The Encyclopedia Britannica Co., 1910
Pag 764

The Encyclopedia of Nineteenth-century Land Warfare: An Illustrated World View
Escrito por Byron Farwell
Edition: illustrated
Publicado por W.W. Norton, 2001
900 páginas

The Russian Army of the Napoleonic Wars: Infantry 1799-1814
Escrito por Philip J. Haythornthwaite, Paul Hannon, Bryan Fosten
Ilustrado por Paul Hannon
Colaborador Paul Hannon, Bryan Fosten
Edition: illustrated, reprint
Publicado por Osprey Publishing, 1987

Bibl. Gothaisches Genealogisches Taschenbuch der Fürstlichen
Häuser, 1941, n. 178, p. 593; D. RICHTER, op. cit., p. 155; Dvorjanskij
kalendar’. Tetrad’ n. 6. SPb., VIRD, 1999, pp. 74-75.

Bibl. D. RICHTER, op. cit., p. 159. Olga Perosio

Bibl. J. MONEY, op. cit., p. 180; D. RICHTER, op. cit., p. 165. Elizabeta

FORESTIERI DELL’EST A CAPRI. TESTIMONIANZE
MALINCONICHE- Mi ch a i l T a l a l a y

John Burkardt y Ulf Lückel, La Casa de Sayn-Wittgenstein-Berleburg, Werl ² 2005
Copyright © 2003-2017 . L'accesso ai testi e le immagini ha digitalizzato l'al è soltanto offerto l'effetto della sua consultazione con la fine educativa, ricreativa o di investigazione. Non è permesso la sua pubblicazione o riproduzione da qualunque mezzo fisico o elettronico senza l'autorizzazione da parte di .
Disegno di Railef