Español | English | Italiano

La famiglia Perosio e la sua azione nella societá genovese...

L´Associazione Internazionale della Carità (AIC) è la più antica associazione laica della storia del volontariato.

L'AIC è attualmente presente in numerosi paesi d'Europa, dell'America Latina e dell'America del Nord, dell'Asia e dell'Africa.

Le sue origini risalgono al 1617, l'anno in cui San Vincenzo De Paoli a Chatillon-les-Dombes (oggi Chatillon-sur-Chalaronne), per la prima volta, ha radunato un gruppo di donne e organizzato le loro prime iniziative d'assistenza alle famiglie povere della Parrocchia.

San Vincenzo De Paoli

San Vincenzo De Paoli

A questo primo gruppo e a quelli che l'hanno seguito San Vincenzo ha dato il significativo nome di Carità.

Dopo la morte di San Vincenzo, le Carità si diffondono in molti paesi per merito dei Preti della Missione e delle Figlie della Carità.

Così si sono create le Associazioni Nazionali, legate fra di loro con legami di collaborazione e coordinate dalla presidente delle associazioni francesi.

Negli anni inmediatamente successivi, la diffusione di questi gruppi di laiche dedite al servizio degli ultimi fu molto rapida in tutta Europa; in Italia – dove assunsero la denominazione di Compagnie della Carità avvenne a partire dal 1634.

In Italia l'Associazione è conosciuta come Gruppi di Volontariato Vincenziano (GVV) i quali sono presenti in tutte le Regioni e sono articolati in sezioni regionali, provinciali (o diocesane) e cittadine.

I Gruppi di Volontariato Vincenziano

Nata nel 1600, é la asociazione più antica di Genova.

Attiva in Genova dal 1654 vede in quello di Bogliasco il suo nucleo piú antico.

Vecchio Bogliasco

Vecchio Bogliasco

Bogliasco attualmente

Bogliasco attualmente

Lo Statuto del gruppo di Bogliasco, datato 25 gennaio 1654, è invece conservato

Nel 1654 Bogliasco è un paese con meno di mille abitanti, distribuito lungo la via litoranea, l’Antica Romana, e sparso sulle pendici dei monti circostanti. Vive di un’economia principalmente agricola, in misura minore di pesca, non è certo un borgo ricco; le famiglie importanti sono poche: Sessarego, Risso, Cessarego, Campodonico, Corsanego e Perosio...

Chiesa della Natività di Maria-Parrocchia di Bogliasco

Chiesa della Natività di Maria-Parrocchia di Bogliasco

Quadro di Natività di Maria (Melchiorre Jeli, 1791)

Quadro di Natività di Maria (Melchiorre Jeli, 1791)

Pietra tombale di Giobatta Perosio che si trova nella parrocchiale di Bogliasco

Pietra tombale di Giobatta Perosio che si trova nella parrocchiale di Bogliasco.
Gentilezza dello storico Pier Luigi Gardella.

Un Perosio, Nicolò, svolge la funzione di Rettore di Bogliasco dal 1653 al 1685.

DE sono ancora due esponenti di queste famiglie, Francesco Perosio e Geronimo Corsanego, ad essere eletti Protettori della Compagnia figure maschili previste dalle regole della società per sovrintendere e collaborare, unitamente al parroco, al lavoro delle affiliate mentre ne è nominata Consigliera un’altra Perosio, Angela moglie di Andrea.

Le altre componenti il gruppo con carica di Ufficiali ovvero facenti parte di una sorta di consiglio direttivo.

Testo liberamente tratto dal libro “Il Gruppo di Volontariato Vincenziano a Bogliasco nel 350° anniversario di Fondazione”.

Fonti.

Sulla storia del Gruppo di Volontariato Vincenziano di Bogliasco si veda Pier Luigi Gardella (a cura di) “Il Gruppo di Volontariato Vincenziano a Bogliasco nel 350° anniversario di Fondazione”, numero unico, Gruppo di Volontariato Vincenziano Parrocchia Natività di Maria SS. Bogliasco Gennaio 2004.

Copyright © 2003-2017 . L'accesso ai testi e le immagini ha digitalizzato l'al è soltanto offerto l'effetto della sua consultazione con la fine educativa, ricreativa o di investigazione. Non è permesso la sua pubblicazione o riproduzione da qualunque mezzo fisico o elettronico senza l'autorizzazione da parte di .
Disegno di Railef